Libri Universitari, Collane, Sussidi Didattici.
Browser Consigliato: Google Chrome

L'Aquila degli altri. Come l’hanno vista viaggiatori e forestieri.

L'Aquila degli altri. Come l’hanno vista viaggiatori e forestieri.

A cura di Raffele Morabito

Numero Pagine: 120 / Dimensioni: 22x31 / Anno: 2015
ISBN: 9788896319338

Disponibilità: 5
Esaurito?: NO
In Ristampa?: NO
Non In Vendita?: NO

Prezzo:
€ 45.00
Prezzo Scontato:
€ 35.00
Prezzo Totale:
€ 35.00
Opera realizzata con la collaborazione di Maddalena Carbone, Gioia Chiostri e Viviana De Vecchis e foto di Francesco Cardarelli, Antonella Finucci e Patrizio Migliarini. Il volume intende presentare l’immagine della città dell’Aquila come fu vista da quanti, forestieri, ebbero modo di conoscerla nel corso dei secoli fino ai nostri giorni. L’Abruzzo interno, in particolare l’Aquilano, è stato per lungo tempo tagliato fuori dalle grandi vie di comunicazione; nel Trecento Boccaccio ne parla nel Decameron come di un territorio lontano e remoto. Presente nel ricordo dei cronisti soprattutto nel Quattrocento in connessione con le vicende del Regno di Napoli, nei secoli successivi L’Aquila sembra votata a un destino di marginalità, ad onta del rango acquisito di seconda città del Regno. Nonostante il suo ruolo strategico nell’Italia centromeridionale, i suoi tesori artistici e la bellezza del paesaggio, non costituì una meta che attraesse forestieri e viaggiatori. Tanto più interessanti e preziose, allora, le testimonianze di coloro che nei secoli fra il Cinquecento e l’Ottocento ebbero modo, quale che ne fosse il motivo, di visitare la città; in particolare le osservazioni e le riflessioni dei viaggiatori stranieri, che arrivavano all’Aquila deviando dalle strade maestre di un turismo ancora allo stato embrionale. In tempi più recenti si è rivolta maggiore attenzione al dato sociologico, con tendenza a mettere in rilievo costumi, modi e condizioni di vita, abitudini e cultura della popolazione. Il volume è composto da un’introduzione e da un’ampia sezione in cui sono antologizzati e commentati dei testi, preceduti da schede informative. Una descrizione specifica è dedicata poi agli autori del Novecento. A corredo dello scritto figura inoltre un ricco apparato iconografico.